10 febbraio 2012

Sospensione dall’Elenco regionale

Comunicazione di inizio formalità per la Sospensione dall’Elenco regionale

In questi giorni, sono pervenute numerose telefonate di informazioni da parte degli associati, a seguito della comunicazione scritta  dell’Amministrazione regionale, per l’inizio delle formalità per la sospensione e cancellazione dall’Elenco per mancato raggiungimento delle ore di aggiornamento obbligatorio.

Alcuni associati hanno riferito di una mancata comunicazione da parte di AGENVA delle attività relative all’aggiornamento . Premesso che tutte le attività relative all’aggiornamento sono state concordate e validate da AGENVA, quale associazione maggiormente rappresentativa di categoria,  TUTTI gli aggiornamenti sono stati inseriti e pubblicati sul sito.

AGENVA, nel validare la proposta, pervenuta dal competente ufficio, ha sempre risposto per iscritto, concludendo la lettera con la seguente dicitura : “Non appena stabilite le date ed i luoghi delle attività, questa associazione provvederà ad informarne i propri associati, in supporto ad una vostra comunicazione ufficiale, alle singole Guide.”

Inoltre l’Amministrazione regionale, ha provveduto ogni volta ad inviare direttamente comunicazione scritta a tutte le Guide Escursionistiche abilitate e in Elenco.

Nei prossimi giorni, ( mercoledì 15 febbraio ) verranno presi contatti personali con il Coordinatore dell’Assessorato, per comprendere quali misure prendere  per l’organizzazione dei prossimi aggiornamenti e per un conseguente  rapido reintegro delle Guide Escursionistiche  sospese.

Qualora ricorrano particolari situazioni, crediamo si possa far riferimento all’art. 10 della nostra Legge di istituzione ( nr. 1/2003)

(Obbligo di aggiornamento)

1. Ai fini dell’esercizio delle professioni turistiche disciplinate dalla presente legge, è obbligatoria la frequenza ai corsi di aggiornamento professionali organizzati con le modalità di cui al comma 2. Limitatamente alla professione di guida turistica, l’aggiornamento professionale è obbligatorio almeno ogni tre anni.

2. La Giunta regionale autorizza, con propria deliberazione, lo svolgimento dell’attività di aggiornamento di cui al comma 1, attuata mediante la partecipazione a corsi, convegni, conferenze, seminari o visite guidate, organizzati dalla struttura competente, sentite le associazioni di categoria individuate ai sensi dell’articolo 13.

3. Nel caso di impossibilità a prendere parte all’iniziativa di aggiornamento obbligatorio per motivate e documentate cause di forza maggiore, il dirigente della struttura competente autorizza temporaneamente l’interessato all’esercizio della professione sino all’organizzazione della successiva attività di aggiornamento.

4. Della frequenza alle iniziative di cui al comma 2 è rilasciata, a cura della struttura competente, apposita attestazione (9a).

5. L’inadempimento dell’obbligo di aggiornamento comporta la sospensione dell’iscrizione nell’elenco professionale regionale. La sospensione è disposta con provvedimento del dirigente della struttura competente.